Considerano l'amore come esterno a loro, qualcosa che ci si deve guadagnare solo seguendo determinati criteri

ottobre 03, 2017

I bambini cercano di proteggersi dal dolore di un amore inadeguato e imparano a stare lontani da ciò che può provocare loro questo dolore.
Crescendo si allontanano da quel dolore, dalla paura di soffrire e dal bisogno d’amore.
Dicendo di no al dolore le strade per far fluire l’amore si bloccano, perché sebbene questa ferita possa essere antica, priva della disponibilità all’amore.
Il cuore umano è una canale attraverso il quale il grande amore si riversa al mondo, se i detriti rimangono si avranno modelli di comportamento difensivi e timorosi, e non ci sarà la naturale disponibilità all’ amore e non si gustano i momenti di contatto con l’altra persona.

Quando due persone si incontrano può capitare che l’apertura all’altro crei ostacoli dipendenti dai punti sensibili che emergano; questo passaggio è naturale perché crea il canale di sgombro per i detriti, quindi se i traumi non affioreranno non potranno essere risolti, restando in un amore relativo, pieno di luci e ombre; sfiducia e incostanza emergeranno tra bagliori di amore assoluto.

L’amore relativo dipende da tempo e circostanzeIntervento di Emma Margari, presidente di Mimì